RICETTE, UN’EREDITA’ DI ZUCCHERO E FARINA

RICETTE, UN’EREDITA’ DI ZUCCHERO E FARINA

Follow my blog with Bloglovin

tè e dolcetti
  • Twitter
  • Facebook
  • Pinteresthttps://www.pinterest.com/alessandrasodi/
  • Google+https://plus.google.com/110739317005820379854/posts
Sia chiaro: non invento ricette.

Posso ideare una decorazione, creare un personaggio da mettere su una torta, ma ricette proprio no! Al massimo le cerco, le ricopio sul mio quaderno, le sperimento e le faccio mie. Perché le ricette sono un patrimonio comune e l’ingrediente segreto, per noi semplici amanti della buona pasticceria, forse sta proprio in quel pizzico di amore che ognuno mette nell’infornare un dolce: a chi piace più soffice a chi più croccante, chi preferisce la vaniglia piuttosto che il limone, chi ama un gusto più burroso e chi preferisce l’olio. Tutto qui. Le ricette io non le invento, le vado pazientemente a spulciare nei libri, nel web, nelle chiacchiere di mamma e zie, la maggior parte delle volte le cambio per errore (in fondo, tanta pasticceria è nata per errore!) e la volta successiva non ricordo neanche più come ho ottenuto quel certo risultato! Ritaglio ricette da calendari e riviste, le appunto su fogliettini e tovaglioli di carta, le accatasto nel totale disordine di una cesta di vimini dove nel tempo sbiadiscono i nomi degli autori, dei pasticceri, dei libri stessi da cui sono tratte.

Ricette: questa è mia, questa è tua… ora è nostra!

Perdonatemi quindi se non citerò praticamente mai le fonti delle mie ricette, tranne consigliarvi qualche blog da seguire o libro da acquistare; non è negligenza ma solo distrazione cronica, una sorta di caos creativo compulsivo, irreversibile direi! Se vi capiterà di riconoscervi in qualche ricetta, scrivetemi, tiratemi le orecchie perché non vi ho menzionati, e rimedierò subito! Ma non arrabbiatevi: condividere una ricetta, in fondo, è regalare un pezzettino della propria storia, e io spero di conservarla per bene tra le pagine di questo blog!

Lo so, non sono certo originale a proporvi ricette, in un mondo virtuale dove si parla solo di ricette! In tutte le salse, in tutti i blogs, in ogni angolo del web, quando meno ve l’aspettate ecco che spunta lo chef del giorno, il pasticcere all’ultima moda, la blogger nuova di zecca che vi delizia con le sue imperdibili pietanze, dolci e salate. Sia chiaro anche questo: io non pretendo di essere una food blogger, sono una cake designer abituata a mangiar bene, con la fissazione delle torte buone e belle, e la curiosità di svelare quello che c’è sotto strati colorati di pasta di zucchero; per questo motivo ho iniziato a scrivere tempo fa per Roma dei Bambini: ricette di cupcakes e dolcetti semplici e veloci da fare prima di andare a prendere i bambini a scuola, tra una lavatrice e una spolverata alla tv. Cose semplici, davvero, da fare tutti i giorni.

Il gusto per le cose buone..

Amo le cose semplici, i sapori decisi, adoro mangiare una torta alla vaniglia che sa di vaniglia, preferisco l’odore del caffè che sa di caffè, vado alla ricerca di limoni che abbiano il gusto dei limoni ma, sopra ogni cosa, resto dell’idea che le cose semplici siano le migliori: ho poca pazienza per seguire quelle elaboratissime ricette dove ci vuole almeno una settimana solo per ricercare i raffinati ingredienti! Per carità, tanta ammirazione ma.. nel mio quotidiano, nella mia vita ordinaria, io il tempo per queste estreme raffinatezze non ce l’ho. Forse neanche voi, se ancora siete qui a leggermi invece che uscire a fare la spesa!

A malapena ho il tempo di appuntare le ricette sui miei quaderni.
Qualcuno non fa che ripetermi che devo standardizzare, creare una memoria di pesi, misure e ingredienti, e ha ragione quindi voi, mi raccomando, fatelo! Scrivete ogni suggerimento e modifica alle vostre ricette, sul computer o ai margini delle pagine, cercate di appuntarvi ogni cosa che poi vi aiuterà ad arrivare alla vostra torta, quella che vi piace perché cotta così perché farcita così perché è buona così e perché semplicemente vi brillano gli occhi ogni volta che pensate a quel profumino che viene dal forno. Ricordate solo che quella torta probabilmente qualcuno, molto tempo prima di voi, l’ha sperimentata e mangiata, prima di regalarvela in una silenziosa eredità che odora di zucchero!

Alessandra

logo La sodi Cake Design
  • Twitter
  • Facebook
  • Pinteresthttps://www.pinterest.com/alessandrasodi/
  • Google+https://plus.google.com/110739317005820379854/posts

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

 

Iscriviti alla newsletter, per ricevere aggiornamenti su corsi, eventi, novità e ricette, tutto da gustare e condividere!

You have Successfully Subscribed!

About Author

La Sodi Cake Design

La Sodi Cake Design


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Privacy Policy
Privacy Policy
LA MIA GALLERIA Flickr
SEGUIMI SU ISTAGRAM!

    Pin It on Pinterest